Cosa si intende per vino biologico e qual è la differenza rispetto agli altri vini?

Cosa si intende per vino biologico e qual è la differenza rispetto agli altri vini?

Gusto, produzione, linee guida: tutto sui vini biologici

Per produrre vino biologico non sono necessari né erbicidi né pesticidi dannosi per l'ambiente o insetti utili. Ciò che conta particolarmente è il tempo, la passione e un occhio allenato. I vini biologici sono quindi vini normali, ma, a differenza dei vini prodotti tradizionalmente, si ottengono da uve da coltivazione biologica. Anche la vinificazione segue particolari linee guida. I vini biologici convincono per il loro gusto corposo, il loro carattere inconfondibile e una concentrazione significativamente maggiore di antiossidanti e sostanze aromatiche. Non sorprende quindi che molte rinomate aziende vinicole stiano già pigiando uve da agricoltura biologica.

Vino biologico: requisiti e proprietà in sintesi:

  • La denominazione "vino biologico" o "vino ecologico" è consentita dal 2012
  • Il produttore deve avere la certificazione biologica dell'UE
  • L'etichetta del vino contiene il sigillo biologico o il logo biologico dell'UE
  • Le uve provengono da coltivazione biologica o biodinamica
  • È vietato l'uso di pesticidi ed erbicidi chimico-sintetici
  • Linee guida rigorose si applicano alla viticoltura biologica
  • L'obiettivo è il più possibile operare con attenzione nei confronti dell'ambiente, delle risorse e del clima

L'UE ha regolamentato la coltivazione di alimenti biologici in generale dal 1991. Nel 2012 è stata emanata un'ordinanza che contiene le disposizioni attuative per i prodotti vitivinicoli biologici. Da allora esiste anche la denominazione "vino biologico" o "vino ecologico". In precedenza, i vini erano chiamati "vino da uve da agricoltura biologica" o "vino da uve da agricoltura biologica".

La differenza tra biologico e biodinamico

La coltivazione biologica (anche ecologica) e quella biodinamica (in realtà: biologico-biodinamica) sono collegate tra loro e hanno approcci in parte simili, ma non identici. L'agricoltura biodinamica è una forma di agricoltura biologica che adotta un approccio olistico e in parte spirituale, come lavorare secondo il calendario lunare, e ha requisiti di gestione più severi. La principale differenza risiede nelle linee guida di produzione di base, che sono stabilite nel regolamento dell'UE relativo al biologico.

L'obiettivo della coltivazione biologica è quello di lavorare rispettando il più possibile l'ambiente, le risorse e il clima e di cercare di preservare al massimo la biodiversità. L'uso di pesticidi chimico-sintetici, erbicidi e regolatori di crescita è vietato e viene sostituito da fertilizzanti organici. Tuttavia, l'uso di rame e zolfo per combattere le malattie fungine è consentito in quantità massime regolamentate. L'agricoltura biodinamica punta sulla creazione di un organismo autosufficiente. La terra e gli animali vivono in armonia creando un ciclo: la terra fornisce cibo ricco di sostanze nutritive agli animali che in cambio fertilizzano la terra. L'approccio biodinamico si basa su quello biologico, ma è molto più rigoroso nella sua attuazione.

I vantaggi della viticoltura biologica

1. Gusto aromatico e più nutrienti

Grazie alla tecnica dell'inerbimento, praticato durante tutto l'anno, la viticoltura biologica riesce a contenere l'erosione superficiale e a proteggere la fertilità del suolo. Le uve, che solitamente hanno dimensioni più piccole, sono molto ricche di nutrienti, antiossidanti e sostanze aromatiche che si concentrano nella buccia degli acini. Ciò che si ottiene è un vino particolarmente genuino e aromatico, con uno spiccatoi carattere varietale e in base all'annata.

2. Meno istamina

I vini biologici di solito hanno un'acidità leggermente inferiore e sono quindi più digeribili. Con i vini bianchi in particolare, il viticoltore ha buone probabilità che si formi meno istamina se le uve non sono trattate, sono integre e prive di muffe e vengono lavorate in modo particolarmente rapido e igienico. Questo è esattamente il caso della vinificazione biologica.

Sul tema "istamina" puoi leggere questo blog: Istamina e vino - Quale vino scegliere se si è intolleranti all'istamina?

3. Aspetto ambientale

L'obiettivo dell'agricoltura biologica e della viticoltura biologica è quello di proteggere e aiutare la natura in fatto di cura del suolo, concimazione e protezione delle piante e, nel frattempo, favorire la biodiversità degli organismi, tenendo conto dei risultati di protezione ecologica e ambientale. Ciò favorisce la fertilità del suolo e la conservazione degli organismi benefici. Le piante sono rafforzate da fertilizzanti organici come il compost, ma anche fertilizzanti minerali (in quantità minime regolamentate) o fertilizzanti fogliari. Ciò conferisce alle viti più vitalità e resistenza ai parassiti, che in definitiva si riflette nella qualità del vino. Il continuo inerbimento dei vigneti ha l'effetto positivo di legare una grande quantità di CO₂. Con queste misure si ricerca un'armonia tra gli aspetti ecologici e gli interessi economici del vignaiolo.

Linee guida rigorose

Norme rigorose come il divieto di utilizzare pesticidi ed erbicidi chimico-sintetici non si applicano solo alla viticoltura biologica. Ci sono regolamenti anche più severi in cantina, in confronto a quelli relativi alla produzione del vino convenzionale. Ad esempio, nella produzione di vino biologico sono vietati i seguenti processi: concentrazione parziale a freddo, desolforazione mediante processi fisici o dealcolizzazione parziale. Per chiarificare il vino possono essere utilizzate solo alcune sostanze come le proteine di origine vegetale del frumento o dei piselli, la caseina o la bentonite. Un vino biologico può essere identificato dal logo biologico dell'UE e dal numero di codice dell'organismo di certificazione.

La qualità di un vino biologico, però, non dipende solo dal disciplinare di produzione, ma soprattutto dalla potatura, dalla vendemmia e dalla selezione in vendemmia. Anche l'ulteriore lavorazione rigorosamente igienica in cantina è decisiva per un risultato finale di alta qualità.

Gli studi dimostrano che i vini da viticoltura biologica hanno un sapore migliore

Due studi hanno rilevato che i vini biologici e biodinamici hanno ricevuto, in media, punteggi più alti da critici enologici indipendenti rispetto ai vini prodotti tradizionalmente. Il Prof. Magali Delmas (UCLA Institute of the Environment and Sustainability in California) e il Prof. Olivier Gergaud (Kedge Business School di Bordeaux) hanno preso in esame un totale di oltre 200.000 valutazioni di vini e hanno riscontrato che sia i vini che le aziende che lavorano in modo biologico hanno ottenuto risultati migliori sia in termini di gusto che di qualità .

Nel 2016 i due scienziati hanno pubblicato il loro primo studio, che ha esaminato più da vicino i risultati delle degustazioni professionali di 74.000 vini californiani valutati da Robert Parker, Wine Enthusiast e Wine Spectator. Si è scoperto che i vini con l'etichetta biologica hanno ricevuto in media punteggi più alti. Tuttavia, ciò valeva anche per i vini che provenivano da produzione biologica o biodinamica ma che venivano imbottigliati senza certificazione, ad esempio per motivi di costo. Nel 2021, Delmas e Gergaud hanno seguito il loro primo studio e hanno analizzato le valutazioni dei vini di 128.000 vini francesi. In questo caso, i vini sono stati valutati dai critici enologici Gault Millau, Gilbert Gaillard e Bettane Desseauve e ancora una volta i vini biologici sono stati valutati significativamente più alti in termini di gusto e qualità.

Maggiori informazioni sullo studio: https://www.thedrinksbusiness.com/2021/03/study-of-200000-wine-scores-shows-organic-wines-taste-better/

La nostra selezione di vini biologici

Ovviamente anche noi ci siamo inoltrati nel terreno dei vini biologici e "naturali" e abbiamo selezionato per te quelli che per noi sono i migliori. Dalle aziende vinicole più grandi e famose a quelle più piccole, qui puoi scoprire che il biologico non è solo uno stile di vita, ma che può stupirti con la sua altissima qualità.

» Vai direttamente ai vini biologici!